Ti porto in vacanza!

04
set

“Pensi troppo”, me lo ripete spesso mio marito. Tipico di noi donne pensare troppo a detta dei signori uomini che, agendo quasi sempre più per istinto che per decisione presa, ritengono eccessivo il nostro continuo riflettere su ogni cosa che ci accade. Forse, però, non ha tutti i torti, anche se puntualmente gli ripeto che è perché a noi altre piace tenere in continuo allenamento la mente.

Continuo a riflettere e mi chiedo se non sia proprio questa la causa del nostro essere talvolta polemiche e più spesso suscettibili e permalose: così alla domanda “dove ti porta tuo marito in vacanza quest’anno?”, specie se posta da un suo amico o familiare,  resti senza parole, perché come al solito inizi a pensare e ti ritrovi alla ricerca di un significato di quelle parole che va oltre ciò che realmente voleva dire chi le ha proferite.  Educatamente ti limiti a un “non so!” anche se in realtà l’argomento vacanza è già stato discusso o quanto meno accennato in famiglia, ma in quel momento ti senti come ferita nel tuo orgoglio e rispondere equivarrebbe ad ammettere che è effettivamente lui che ti porta in vacanza, perché è lui che porta i soldi a casa. In fondo, a ben vedere, nessuna allusione in quella parole, ma una domanda come tante dirette più a intavolare una conversazione che non a voler rimarcare il tuo status di moglie-mamma non lavoratrice.

Tutto frutto di quel malessere generale che attanaglia noi casalinghe! Così anche la vacanza, tipico congedo momentaneo da quella che è la quotidiana routine, diventa pretesto per rimuginare sulla solita questione del poco onorato ma oneroso ruolo della casalinga. Perciò, anche quest’anno, lascerai che sia lui a decidere dove andare in vacanza e quando partire, a te l’incombenza di organizzare il tutto e al minor costo possibile, cercando di soddisfare quelle che sono le sue esigenze che spesso non collimano affatto con le tue.

Riflettere molto non è mai troppo! E dopo tanto riflettere, io decido di concedermela una vacanza, accantono per un momento i miei problemi esistenziali e rivolgendomi a mio marito annuncio “ti porto in vacanza”.

About the author: virsol.71